Aggiungi qui il testo dell'intestazione

Documentazione

F.A.Q. PagoPA

CONTO DI PAGAMENTO DEDICATO PAYTIPPER

SI, è necessario aprire un nuovoconto di pagamento dedicato (gratuito) con PayTipper, in quanto PSP autorizzato che ha aderito al sistema PagoPA. NO, non è possibile utilizzare il proprio conto bancario generico.

SI, il “conto di pagamento dedicato” PayTipper può essere utilizzato anche per altri tipi di pagamenti come ricevere o emettere bonifici, domiciliare utenze, ecc…

Il “conto di pagamento dedicato PayTipper” NON ha costi di attivazione e gestione grazie alla Convenzione SIDA-PayTipper.

I servizi di pagamento, riscossione, la ricezione di bonifici ordinari e istantanei NON hanno nessun costo.

Si. Il “conto di pagamento dedicato PayTipper” deve avere un credito sufficiente per poter effettuare il pagamento.

Si. È possibile richiedere a PayTipper un Plafond per effettuare pagamenti anche quando il proprio conto non ha disponibilità. Il Plafond ha un costo annuo.

Il “conto di pagamento dedicato PayTipper” può essere ricaricato – senza costi – con un bonifico di giroconto ordinario oppure istantaneo.

E’ possibile inoltre ricaricarlo utilizzando la Carta di Versamento per versare denaro contante presso gli sportelli e ATM evoluti di IntesaSanPaolo e Poste Italiane. La carta di versamento ha un costo di attivazione ed una commissione di versamento.

La Carta di Versamento deve essere richiesta direttamente a PayTipper che provvederà all’attivazione e spedizione.

Con delle credenziali composte da una User, una Password ed una OTP (codice di sicurezza che cambia ogni 30 secondi) dall’app “Paytipper OTP”. PayTipper comunicherà le credenziali al cliente appena attivato il conto di pagamento dedicato

POS PAYTIPPER

NO, non è obbligatorio, ma le condizioni economiche ottenute grazie alle Convenzione SIDA-PayTipper sono particolarmente vantaggiose per autoscuole.

No. I pagamenti degli IUV PagoPA si possono effettuare senza POS, sia in modalità Prepagata che Immediata. Il POS PayTipper è molto utile quando si vuole far pagare uno IUV direttamente ad un cliente senza maneggiare il contante.
E’ possibile ricevere tutti i tipi di pagamento, che possiamo raggruppare in due tipologie:
  1. i “pagamenti diretti” degli IUV PagoPA, che si trasferiscono alla Pubblica Amministrazione direttamente dal conto di chi sta pagando, non transitando dal “conto di pagamento dedicato PayTipper” dell’autoscuola;
  2. i “pagamenti generici” come guide, iscrizioni e pagamenti di prestazioni varie, che vengono incassati ed accreditati sul conto intestato all’autoscuolac (potrebbe essere il Conto di pagamento PayTipper oppure un altro Conto bancario, purché intestato all’autoscuola)

Si. Posso incassarli come “pagamenti generici”. Questo significa che i soldi del cliente andranno del tuo conto corrente (indicato al fornitore del POS), mentre PayTipper preleverà i fondi necessari a pagare lo IUV dal “conto di pagamento dedicato PayTipper”.
Con il POS della tua banca non puoi effettuare pagamenti IUV “diretti”, cioè quelli che non transitano dai tuoi conti correnti/di pagamento. Questi si possono effettuare solo con un POS PayTipper

SIDA GESTIONE E VPN+TUTTO PRENOTA

SI, certamente. Il pagamento degli IUV PagoPA da Sida Gestione è facilissimo e rende tutti i pagamenti ben tracciati e controllati. Quando utilizzi gli IUV prepagati, questi vengono già contabilizzati nella scheda contabile del tuo cliente. Nel caso di IUV immediati e pagamento immediato del cliente (in contanti oppure con POS), riceverai la conferma di pagamento degli IUV del tuo cliente ed una ricevuta di pagamento di PayTipper da rilasciare al cliente.

E’ il pagamento di uno IUV che viene generato appositamente per una pratica di uno specifico cliente.
Gli importi degli IUV immediati e le loro commissioni sono esenti IVA ex art. 10.

A pagamento eseguito PayTipper, tramite SIDA Gestione, ti invia la ricevuta di pagamento da stampare e consegnare al cliente.

E’ il pagamento di uno IUV che viene generato per una formalità, senza che sia assegnato ad uno specifico cliente.
Gli IUV prepagati si acquistano e pagano direttamente da SIDA Gestione, tramite un carrello.
Una volta acquistati, gli IUV prepagati possono essere successivamente utilizzati per uno specifico cliente.

A questo punto nella scheda contabile del cliente appariranno gli importi IUV utilizzati per suo conto, con le relative commissioni, con IVA esclusa ex art. 15.

Se il cliente sta pagando in autoscuola i suoi IUV (non prepagati), SIDA Gestione stampa la ricevuta di pagamento (con intestazione PayTipper) da consegnare al cliente.

Puoi chiedere a SIDA Gestione di stampare la ricevuta su carta semplice (non fiscale) A4, A5 o su stampante termica 80mm (venduta anche da SIDA)

Quando il cliente paga uno IUV Immediato, generato appositamente per lui,gli rilasci una ricevuta di PayTipper stampata su carta semplice (non fiscale)
Quando utilizzi uno IUV Prepagato per un cliente, gli importi degli IUV e le loro commissioni vanno inseriti nella sua ricevuta fiscale come anticipazioni, con iva esclusa ex art. 15.
Queste operazioni sono gestite automaticamente da SIDA Gestione.

SICUREZZA E VPN

Tutte le transazioni sono protette dalla VPN di SIDA che garantisce i massimi livelli di servizio e la massima sicurezza, senza click, autenticazioni o operazioni ulteriori da parte dell’utente.

GUADAGNO – NUOVO BUSINESS

Si. Eseguendo un’attività di incasso fondi per conto di PayTipper, come suo punto “esternalizzato”, ottieni un corrispettivo.

Si. È possibile incassare tutti i tipi di pagamenti PagoPA, compreso il bollo auto. I costi ed i prezzi al pubblico per ogni IUV non cambiano.

Il corrispettivo viene erogato cumulativamente una volta al mese, direttamente nel conto di pagamento e senza necessità di emettere fattura.

E’ infatti PayTipper ad emettere e ad inviare elettronicamente in Agenzia delle Entrate delle autofatture automatiche per conto dell’autoscuola. L’autoscuola è quindi esonerata dall’onere della fatturazione.
Tutti i corrispettivi erogati all’autoscuola da PayTipper sono in esenzione IVA ex Art. 10.

Si. Sono una componente positiva di reddito. Essendo un importo che “guadagni” per un’attività che svolgi (quella di incasso fondi come punto esternalizzato PayTipper) rientra nell’utile di fine anno della tua azienda.
Sotto l’aspetto dell’IVA, i corrispettivi che PayTipper ti versa mensilmente sono tutti in esenzione IVA ex Art. 10.

Dipende se sono sedi sotto la stessa Partita Iva (sedi di una stessa azienda), oppure sedi con diverse Partite Iva.
Nel primo caso (P.Iva unica) sarà sufficiente fare un solo contratto per tutte le sedi, avendo cura di indicare nel formulario di adesione tutte le sedi. Anche il conto di pagamento PayTipper sarà unico per tutte le sedi. Se si desidera, è possibile avere un conto di pagamento dedicato per ogni sede operativa, ma va richiesto specificatamente.
Nel secondo caso (P. Iva diverse) le sedi saranno considerate come aziende diverse e sarà necessario fare un contratto per ogni sede ed aprire un conto PayTipper per ogni sede.